F1, Con chi la Ferrari (eventualmente) sostituirà Mattia Binotto?

Mattia Binotto

“Il problema non è se sostituire Mattia Binotto, ma eventualmente con chi. Perché davanti a quell’ufficio all’angolo del corridoio, nonostante sia bello, bianco, ampio e luminoso, la coda non c’è”. Si chiude così l’articolo di oggi, lunedì 21 novembre 2022, firmato da Alberto Antonini per FormulaPassion.

L’ex responsabile dell’ufficio stampa della Scuderia Ferrari dice di avere ben presente quali siano i “giorni caldi” a Maranello, quelli dove si tengono le riunioni e le convention che contano: “All’indomani dell’ultima gara le verifiche, ad alto livello, si faranno davvero: e i veri giorni ‘caldi’ saranno quelli della settimana prima di Natale, quando in Ferrari si tengono le riunioni e le convention che contano”, si legge sempre nell’articolo su FormulaPassion.

Lo stesso Antonini poi ricorda come, sempre in qui giorni di quattro anni fa, fu Maurizio Arrivabene a trovarsi in una situazione analoga: “Gli stessi giorni che 4 anni fa costarono il posto di team principal a Maurizio Arrivabene, anche se la soffiata alla stampa arrivò solo a gennaio (con pubblicazione il 7). Stavolta, invece, è successo il contrario: un’indiscrezione a scadenza postdatata, per il prossimo gennaio. Una differenza sulla quale ci sarebbe molto da riflettere, come sul fatto che una notizia data sulla carta stampata ha un’altra valenza e soprattutto un altro livello di preparazione rispetto a un lancio sul sito web”.

Stando dunque alla storica firma di Autosprint, il destino di Mattia Binotto sarebbe ormai segnato, anche se il vero nodo da sciogliere potrebbe essere rappresentato da chi poi mettere al suo posto.

L’articolo F1, Con chi la Ferrari (eventualmente) sostituirà Mattia Binotto? proviene da .