F1, GP Miami: Leclerc e Sainz sul podio ma si arrendono al mostro Verstappen

Ferrari, Miami GP

Partire dalla pole position e non vincere la gara è sempre frustrante per un pilota, specie se ti chiami Charles Leclerc. Dopo una prima fila conquistata con entrambe le vetture, non portare a casa una doppietta è deludente per un team, in particolar modo se porti il nome di Ferrari. Tutto giusto, ma il secondo e il terzo posto di Miami non è certo roba da buttare via nell’economia del campionato. Questa era una pista favorevole a Red Bull e il risultato ha confermato il pronostico. Per la prima volta in stagione.

Al via Leclerc riesce a mantenere la sua prima posizione ma, col passare dei giri, le sue gomme medie vanno in difficoltà, soprattutto l’anteriore destra. Il suo massimo vantaggio su Verstappen sale a 1.7 secondi e da lì comincia a scendere inesorabilmente, fino al sorpasso di Max in curva 1. Con questi pneumatici non c’è storia; Charles si lamenta via radio della difficoltà nel guidare la sua F1-75, mentre Verstappen scappa a 5 secondi.

Arriva il pit stop del monegasco che, però, fatica un po’ a mettere in temperatura le sue gomme dure. Per questo, dopo il pit stop di Max avvenuto due giri dopo, Leclerc si ritrova a più di 7 secondi. Le dure lavorano molto meglio sulla Ferrari e gli permettono di tenere un ritmo pari e, a tratti, superiore al rivale della Red Bull. Con l’entrata in pista della Safety Car, Charles potrebbe rientrare ai box per montare gomme hard nuove ma il muretto lo lascia in pista. Si rivelerà probabilmente una scelta intelligente nonostante un iniziale e comprensibile scetticismo. Alla ripartenza, il numero 16 della Ferrari rimane vicino a Verstappen ma non abbastanza da provare un sorpasso. Negli ultimi giri tira i remi in barca, senza il rimorso di non averci provato, ma con la sicurezza di un secondo posto di prospettiva, in attesa di tempi migliori.

La gara di Carlos Sainz parte in salita: pronti, via e Max lo infila alla prima curva senza possibilità di replica. Da lì lo spagnolo costruisce una gara tutta sull’altra Red Bull di Sergio Perez, in quanto mai davvero vicino ai due extraterrestri davanti. Carlos lo tiene bene a bada e prende un ottimo vantaggio quando il messicano è costretto a perdere secondi importanti per via di un improvviso calo di potenza, poi risolto.

Il vero capolavoro di Sainz, però, c’è dopo la Safety Car: Perez rientra ai box per montare gomma media e il numero 55 sembra spacciato. Nonostante ciò, Carlos fa le spalle larghe e si difende alla grande su una macchina più veloce in rettilineo e con gomme molto più fresche, inducendo anche all’errore Sergio in un disperato tentativo di sorpasso. Terzo posto finale per lo spagnolo che lo riscatta dopo le delusioni degli ultimi gran premi.

Una gara che serve come il pane alla Ferrari per il continuo processo di apprendistato della sua monoposto e delle sue dinamiche. La “cura dimagrante” sulla RB18 ha portato sicuramente notevoli benefici al team di Milton Keynes, mentre la Rossa è ancora ferma al palo per quanto riguarda le novità sulla macchina A Barcellona, però, la musica cambierà: infatti, è previsto il primo grande pacchetto di aggiornamenti della stagione firmato Maranello, grazie al quale Leclerc e Sainz puntano a tornare prepotentemente davanti alla Red Bull. E a quel mostro di nome Max Verstappen.

GP MIAMI F1 2022 ORDINE D'ARRIVO - Domenica 9 Maggio 2022 
Pos     Nr      Pilota 	        Team 	        Tempo/Gap      Giri
1	33	M. Verstappen 	Red Bull			57
2	16	C. Leclerc 	Ferrari		+ 3"786 	57
3	55	C. Sainz 	Ferrari		+ 8"229 	57
4	11	S. Perez 	Red Bull	+ 10"638	57
5	63	G. Russell 	Mercedes	+ 18"582	57
6	44	L. Hamilton 	Mercedes	+ 21"368	57
7	77	V. Bottas 	Alfa Romeo	+ 25"073	57
8	31	E. Ocon         Alpine		+ 28"386	57
9	14	F. Alonso 	Alpine		+ 32"128	57
10	23	A. Albon 	Williams	+ 32"365	57
11	3	D. Ricciardo 	McLaren		+ 35"902	57
12	18	L. Stroll 	Aston Martin	+ 37"026	57
13	22	Y. Tsunoda 	AlphaTauri	+ 40"146	57
14	6	N. Latifi 	Williams	+ 49"936	57
15	47	M. Schumacher 	Haas		+ 73"305	57
16	20	K. Magnussen 	Haas		Ritirato	57
17	5	S. Vettel 	Aston Martin	Ritirato	
18	10	P. Gasly 	AlphaTauri	Ritirato	
19	4	L. Norris 	McLaren		Ritirato	
20	24	G. Zhou 	Alfa Romeo	Ritirato
CLASSIFICA PILOTI F1 2022
1	C. Leclerc	Ferrari 	104
2	M. Verstappen	Red Bull	85
3	S. Perez	Red Bull	66
4	G. Russell	Mercedes	59
5	C. Sainz	Ferrari 	53
6	L. Hamilton	Mercedes	36
7	L. Norris	McLaren 	35
8	V. Bottas	Alfa Romeo	30
9	E. Ocon 	Alpine  	24
10	K. Magnussen	Haas    	15
11	D. Ricciardo	McLaren 	11
12	Y. Tsunoda	AlphaTauri	10
13	P. Gasly	AlphaTauri	6
14	S. Vettel	Aston Martin	4
15	F. Alonso	Alpine  	4
16	A. Albon	Williams	2
17	G. Zhou 	Alfa Romeo	1
18	L. Stroll	Aston Martin	1
19	N. Latifi	Williams	0
20	M. Schumacher	Haas    	0

CLASSIFICA COSTRUTTORI F1 2022
1	Ferrari 	157
2	Red Bull	151
3	Mercedes	95
4	McLaren 	46
5	Alfa Romeo	31
6	Alpine  	28
7	AlphaTauri	16
8	Haas    	15
9	Aston Martin	5
10	Williams	2

GP MIAMI F1 2022 – VIDEO

GP MIAMI F1 2022 – FOTO

[See image gallery at www.circusf1.com]


L’articolo F1, GP Miami: Leclerc e Sainz sul podio ma si arrendono al mostro Verstappen proviene da .