F1, GP Qatar: le Ferrari deludono ma continuano a guadagnare nel costruttori

Che sarebbe stato un fine settimana complicato lo si era già capito dalle prove libere del venerdì. Poi ci si è messo il problema al telaio che ha compromesso la qualifica di Charles Leclerc. Alla fine, in Qatar, la Ferrari ha limitato i danni, concludendo in settima e ottava posizione. Un po’ poco per le aspirazioni della Rossa, ma sufficiente per il terzo posto nel campionato costruttori. Sta di fatto che sul podio è andata un Alpine e non una Ferrari. Questo dato fa comunque riflettere.

La corsa di Carlos Sainz inizia male, con una partenza non proprio felice con gomme medie. Il ritmo, pur con una mescola vantaggiosa in teoria rispetto alle morbide degli avversari, è lento. Spesso anche più lento dei diretti concorrenti. Solo verso la fine dello stint, lo spagnolo si riprende un po’ e comincia a guadagnare qualcosa. Strategia da una sosta per lui che cambia a circa metà gara per montare le dure, con le quali la SF21 sembra trovarsi meglio e spinge per andare a riprendere Stroll e Ocon in ottica quinto posto. La velocità per sorpassare non c’è e Carlos si accontenta della settima posizione grazie anche alla foratura di Lando Norris.

Per Leclerc la domenica è stata più complicata considerando il tredicesimo posto di partenza. Nelle prime battute lotta aspramente con Kimi Raikkonen e lo supera per poi rimanere in una fase di stallo, impegnato nella conoscenza dell’assetto della macchina col nuovo telaio. Charles non si innervosisce e compie una seconda parte di gara in crescendo, più veloce del suo compagno di squadra che, negli ultimi giri, segue come un’ombra ma non riesce a superare. Alla fine è ottavo. Ad un minuto e 20 secondi dal vincitore.

In una domenica così e così della Ferrari nel deserto del Qatar, qualcosa da salvare c’è: sono gli 8 punti ulteriori guadagnati sulla McLaren nel campionato costruttori, ora a 39,5 lunghezze di ritardo. Se, anche in un weekend difficile come questo, la Rossa è riuscita ad ampliare il proprio margine sulla scuderia inglese, allora il traguardo appare sempre più vicino. Un terzo posto che sa di buona base di partenza per un 2022 al vertice; non dimentichiamo infatti che la Rossa si gioca tutto il prossimo anno. Certo che terminare questo con un po’ più di convinzione e costanza non sarebbe certo male.

GP QATAR F1 2021 ORDINE D'ARRIVO - Domenica 21 Novembre 2021 
Pos     Nr      Pilota 	         Team 	        Tempo/Gap
1	44	L. Hamilton	Mercedes	1:24'28"471	
2	33	M. Verstappen	Red Bull	+ 24"743	
3	14	F. Alonso	Alpine   	+ 59"457	
4	11	S. Perez	Red Bull	+ 62"306	
5	31	E. Ocon 	Alpine  	+ 80"570	
6	18	L. Stroll	Aston Martin	+ 81"274	
7	55	C. Sainz	Ferrari 	+ 81"911	
8	16	C. Leclerc	Ferrari 	+ 83"126	
9	4	L. Norris	McLaren 	+ 1 giro	
10	5	S. Vettel	Aston Martin	+ 1 giro	
11	10	P. Gasly	AlphaTauri	+ 1 giro	
12	3	D. Ricciardo	McLaren 	+ 1 giro	
13	22	Y. Tsunoda	AlphaTauri	+ 1 giro	
14	7	K. Raikkonen	Alfa Romeo	+ 1 giro	
15	99	A. Giovinazi	Alfa Romeo	+ 1 giro	
16	47	M. Schumacher	Haas    	+ 1 giro	
17	63	G. Russell	Williams	+ 2 giri	
18	9	N. Mazepin	Haas    	+ 2 giri	
19	6	N. Latifi	Williams	-
20	77	V. Bottas	Mercedes	-
CLASSIFICA PILOTI F1 2021
1	M. Verstappen	Red Bull	351,5
2	L. Hamilton	Mercedes	343,5
3	V. Bottas	Mercedes	203
4	S. Perez	Red Bull	190
5	L. Norris	McLaren 	153
6	C. Leclerc	Ferrari 	152
7	C. Sainz	Ferrari 	145,5
8	D. Ricciardo	McLaren 	105
9	P. Gasly	AlphaTauri	92
10	F. Alonso	Alpine  	77
11	E. Ocon 	Alpine  	60
12	S. Vettel	Aston Martin	43
13	L. Stroll	Aston Martin	34
14	Y. Tsunoda	AlphaTauri	20
15	G. Russell	Williams	16
16	K. Raikkonen	Alfa Romeo	10
17	N. Latifi	Williams	7
18	A. Giovinazzi	Alfa Romeo	1
19	M. Schumacher	Haas    	0
20	N. Mazepin	Haas    	0

CLASSIFICA COSTRUTTORI F1 2021
1	Mercedes	546,5
2	Red Bull	541,5
3	Ferrari 	297,5
4	McLaren 	258
5	Alpine   	137
6	AlphaTauri	112
7	Aston Martin	77
8	Williams	23
9	Alfa Romeo	11
10	Haas    	0

GP QATAR F1 2021 – VIDEO

GP QATAR F1 2021 – FOTO

[See image gallery at www.circusf1.com]

L’articolo F1, GP Qatar: le Ferrari deludono ma continuano a guadagnare nel costruttori proviene da .