F1, Red Bull su Hulkenberg e Perez per il secondo pilota 2021

Hulkenberg-Perez. La Red Bull starebbe giocando soprattutto su queste due carte per decidere il pilota da mettere accanto a Max Verstappen.

Scelta non facile per i vertici della scuderia austro-inglese e compito molto, molto arduo per chi sarà scelto. Perché, come è ormai lampante, coabitare con un grande talento come l’olandese è davvero un grosso problema. In primis per reggere il confronto prestazionale e poi, di conseguenza, sul lato mentale grazie soprattutto alla megapressione esercitata dal team nelle vesti di quel “cagnaccio” di Helmut Marko: un vero e proprio macinapiloti. Proprio lui in queste ultime ore ha dichiarato di valutare le opzioni Hulkenberg e Perez in ottica 2021 precisando, tuttavia, che al momento non sia stata comunque presa una decisione definitiva.

È chiaro però che a questo punto la posizione di Alex Albon sia fortemente in bilico. “Stiamo valutando tutti i piloti sul mercato – ha sottolineato l’eminenza grigia della Red Bull – e tra loro ci sono Hulkenberg e Perez. Stare vicini a Max non è semplice, al massimo un pilota potrebbe arrivare a tre decimi da lui”. Sull’attuale team mate di Verstappen si è così espresso: “Albon quando è in giornata ci si avvicina ma è giovane e dobbiamo capire se è in grado di reggere o meno la pressione. Per puntare al mondiale non possiamo permetterci di stare su una gamba sola: dopo la brillante prestazione di Alex al Nürburgring, posso afermare che ancora non è stato deciso nulla”. Come per dire, se non è licenziamento ormai poco ci manca e il pilota thailandese è con più di un piede fuori dalla Red Bull per il 2021 a meno che in questa seconda parte del Mondiale non faccia vedere cose mostruose. E a Milton Keynes, così, il pensiero sul secondo pilota si affianca alla grana motorizzazione, esplosa dopo l’improvviso abbandono dalla F1 della Honda.

L’articolo F1, Red Bull su Hulkenberg e Perez per il secondo pilota 2021 proviene da .